"Watermanifesto" Nuove frontiere per la ricerca, la sostenibilità ambientale e la comunicazione nel settore dell'acqua

05/06/2017

Il #WaterManifesto: digitale, coinvolgimento dei cittadini per l’acqua e la sostenibilità ambientale” è il tema del convegno in programma il 6 Giugno a Roma, con inizio alle ore 9.30, nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si tratta di una giornata di lavoro dedicata alle “Nuove frontiere per la ricerca, la sostenibilità ambientale e la comunicazione nel settore dell’acqua” organizzata da Alta Scuola, dal Centro di ricerca WARREDOC dell’Università per Stranieri di Perugia e dall’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) con la struttura di missione del Governo #ItaliaSicura e l’UNESCO World Water Assessemnt Programme (WWAP).

L’importanza delle scienze dell’acqua e del coinvolgimento dei cittadini per la consapevolezza e sostenibilità ambientale saranno oggetto dei lavori con particolare riguardo all’importanza del digitale e degli Open Data per la salute e sicurezza dei cittadini, per la tutela del patrimonio naturale e culturale.  

Introdurranno i lavori l’On. Chiara Braga, deputata, membro della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, l’assessore alle Infrastrutture, alle Politiche Abitative e agli Enti Locali​ della Regione Lazio Fabio Refrigeri,  il coordinatore di #ItaliaSicura Erasmo D’Angelis ed i vertici delle istituzioni che hanno maggiormente contribuito all’organizzazione tra i quali il Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia, Giovanni Paciullo, il presidente di Alta Scuola, Endro Martini, e Stefan Uhlenbrook, Coordinatore dell’UNESCO WWAP, oltre a Mauro Grassi di #italiasicura.

Gli esiti di progetti e programmi di ricerca scientifica di impatto nazionale e mondiale verranno presentati da un nutrito e multidisciplinare gruppo di relatori che commenteranno i messaggi chiave, da “portare a casa”, che verranno veicolati attraverso una campagna di comunicazione online su social network, l’obiettivo principale del #watermanifesto. 

Tra i momenti salienti dell’evento ci sarà la presentazione ufficiale dell’edizione 2017 del Rapporto delle Nazioni Unite sullo sviluppo delle risorse idriche mondiali (WWDR), dal titolo “Acque reflue: la risorsa inesplorata”, presentata da Michela Miletto, Vice-Coordinatore del WWAP. L’Unesco WWAP, che ha sede a Perugia dal 2008 finanziato dal Governo Italiano e dalla Regione Umbria, coordina il lavoro di 31 agenzie e 38 partner di UN-Water per la produzione annuale di questo autorevole Rapporto, voce delle Nazioni Unite sulle risorse idriche.

In fondo a questa pagina il programma della giornata. 

 

Documenti