Ricostruzione Centro Italia: Governo lancia piano da 231 milioni per ricostruire 87 scuole.

interventi per risanare e rinnovare l’edilizia scolastica
14/07/2017

Procede il piano del Governo per la ricostruzione del Centro Italia, grazie alla seconda fase della realizzazione delle scuole. Dopo il piano dei ventidue nuovi edifici scolastici lanciato mesi fa, è ora la volta di altre ottantasette strutture individuate a seguito delle segnalazioni delle Regioni colpite dal sisma (Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria) al Commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani, e contenute nell'ordinanza 33/2017 dell'11 luglio scorso (clicca qui). Il piano è finanziato con oltre 231 milioni di euro e include vari interventi: nuove costruzioni, messa in sicurezza di edifici esistenti, riparazioni di edifici da allestire in tempo per l'avvio del prossimo anno scolastico 2017-2018, interventi da portare a termine per l' anno scolastico successivo. 
L'intero costo della progettazione è stimato in 23 milioni di euro. Per importi soprasoglia si segue la procedura di gara secondo il codice appalti. Per gli importi sottosoglia si può andare a trattativa privata (invitando almeno cinque operatori).
Entro l’11 novembre, cioè centoventi giorni dall’entrata in vigore dell’ordinanza, Regioni ed Enti locali devono presentare i progetti esecutivi al Commissario straordinario per la ricostruzione. Nel caso in cui il progetto sia stato elaborato dal personale interno, gli elaborati vanno prima presentati all’Ufficio speciale per la ricostruzione territorialmente competente.