Edilizia scolastica, appalti entro il 15 marzo per 292 cantieri finanziati con mutui Bei

interventi per risanare e rinnovare l’edilizia scolastica
16/09/2017


Il Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministero dell’istruzione e con quello delle infrastrutture e dei trasporti, ha autorizzato le Regioni all’utilizzo dei contributi pluriennali per gli interventi di edilizia scolastica inclusi nei piani regionali triennali.

Il decreto interministeriale n. 390 del 6 giugno 2017, registrato dalla Corte dei Conti il 28 luglio scorso e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 settembre 2017 (clicca qui) , autorizza gli interventi a valere sul Mutuo 2016. L’importo totale stimato è pari a 238 milioni di euro che si vanno ad aggiungere ai 905 milioni stanziati nel 2015. Ciascuna regione potrà utilizzare i fondi a lei assegnati per realizzare gli interventi già selezionati e indicati nel piano nazionale di edilizia scolastica. I primi a partire sono proprio i 292 interventi indicati nella lista allegata al decreto. Se gli enti locali non hanno già affidato i lavori, dovranno farlo entro 180 giorni, da conteggiare dalla pubblicazione del decreto in «Gazzetta», cioè entro il 15 marzo 2018. 

Per scaricare il decreto, l’allegato A con la ripartizione regionale e il foglio Excel con tutti gli interventi vai alla pagina Miur - Mutui Bei

Clicca qui e scarica la lista dei 292 interventi finanziati dalla nuova tranche Mutui Bei