Ricostruzione Abruzzo: al via concorso per realizzare una scuola innovativa a Sassa (AQ)

interventi per risanare e rinnovare l’edilizia scolastica
26/09/2017

Procede la ricostruzione post sisma dell'Abruzzo: attraverso la piattaforma telematica "Concorrimi" - realizzata dall'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano - è stato bandito un concorso di progettazione per la realizzazione del Polo Scolastico di Sassa, frazione a 10 km da L'Aquila. Si tratta di una procedura aperta che prevede un costo massimo dell’intervento da realizzare di € 7.285.668,44 e un importo massimo per le opere di € 6.056.400,00. L'obiettivo è quello di sostituire i MUSP (Moduli ad uso scolastico provvisori) e donare al territorio un vero e proprio polo di riferimento e attrazione, che accolga tutti gli studenti che - prima degli eventi tellurici - erano dislocati in diverse sedi all'interno della frazione. La scuola come vero e proprio civic center, aperta al territorio in cui sorge. Un principio che ha ispirato anche il concorso "Scuole Innovative"  bandito dal MIUR, per la realizzazione di 51 nuove scuole in tutta Italia, veri e propri poli d'avanguardia, in cui l'architettura d'avanguardia declinerà anche nuove forme di didattica. Una nuova idea di edilizia scolastica che guarda al presente e al futuro per studiare le soluzioni più idonee alla realizzazione di nuove scuole.
Valeria Bottelli, Presidente dell’Ordine Architetti Milano, ha ricordato che "sono salite a 26 in tutta Italia le stazioni appaltanti di "Concorrimi" per la progettazione di nuovi istituti e auspica che il caso di Sassa "faccia scuola  per  le molte altre scuole in altri comuni colpiti dal sisma attendono di essere ricostruiti, cogliendo l’occasione di un confronto aperto tra progettisti".
Si tratta del primo bando di concorso telematico per la ricostruzione post-terremoto, ed è diviso in due gradi: il primo è finalizzato a selezionare le 5 migliori proposte progettuali da ammettere al secondo grado e si chiuderà il 14.11.2017.
Il secondo grado, utile per l’individuazione della proposta progettuale migliore tra quelle selezionate in primo grado, si concluderà il 27.03.2018.
I parametri in base ai quali la giuria valuterà le proposte progettuali riguardano la qualità architettonica, la creazione di uno spazio unico integrato con ambienti flessibili, l’integrazione tra esterni e interni, il benessere ambientale (qualità di luce, aria, temperature, suono, vicinanza alla natura), la riduzione dei consumi energetici e la facilità di gestione e manutenzione. 
I primi numeri del nuovo polo scolastico di Sassa sono importanti: 120 bambini per la scuola d’infanzia (4 sezioni, per ca 800 mq di superficie), 250 bambini per la scuola primaria (10 classi, per ca 1.890 mq di superficie), 150 bambini per la scuola secondaria di I° livello (6 classi, per ca 1.650 mq di superficie).
La dimensione minima del lotto adibito alla realizzazione del nuovo polo scolastico è quindi di 12.723 mq, mentre la superficie complessiva necessaria per la costruzione del nuovo plesso risulta pari a ca 4.360 mq.

Per ulteriori informazioni e per consultare il bando clicca qui