"Progettare scuole insieme": una mostra laboratorio aperta a progettisti, comunità scolastica e amministrazioni.

interventi per risanare e rinnovare l’edilizia scolastica
10/11/2017

Prosegue la mostra laboratorio "Progettare scuole insieme", organizzata dalla Facoltà di scienze della formazione dell’Università di Bolzano, in collaborazione con la rete inter-istituzionale altoatesina “Spazio & Apprendimento” e ospitata nei saloni del Forte di Fortezza. in provincia di Bolzano.
L'iniziativa ha un fine preciso e innovativo: "Progettare una scuola è molto di più che pianificare la nascita di un edificio. Significa progettare per un futuro in cui si specchia la comunità cittadina o paesana, immaginare un luogo di incontro e di scambio per le generazioni che verranno, significa in fondo pensare compiutamente a quale ruolo giocherà la scuola nella vita delle persone, coinvolgendo insieme alle riflessioni pedagogico-didattiche una lettura politica, sociale, economica, culturale". 
Il percorso è infatti aperto a progettisti, alle Amministrazioni, alla comunità scolastica ( docenti e alunni) e intende offrire un possibile metodo e strumento di lavoro per progettare in modo coerente e unitario il concetto della scuola come progetto culturale insieme.

Le scuole e la committenza spesso non sono preparate a questo nuovo approccio, chiedono delucidazioni sulle potenzialità della progettazione condivisa e i vantaggi che questa porta con sé. I visitatori saranno quindi guidati attraverso dieci sale in un percorso esperienziale alla ricerca di nuove idee per la scuola e delle migliori proposte per trasformare le idee in spazi.
"Siamo disponibili per visite guidate e giornate di workshop sul tema gratuite, cosa non usuale al giorno d’oggi: vogliamo davvero offrire  l’occasione di fare questa esperienza della fase zero, il punto di partenza per ragionare su un nuovo modo di fare scuole insieme, tra pedagogia, architettura e design", ci dice Beate Weyland, docente della Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Bolzano, componente della direzione scientifica e curatrice della mostra con Kuno Prey e Paolo Bellenzier


La mostra è aperta fino al 1 aprile 2018. Per info e prenotazioni: b.weyland@unibz.it
 

Clicca qui e vai sul sito della mostra
Clicca qui e scarica l'invito