Concorso #ScuoleInnovative: i primi classificati per la nuova scuola di Casoria e di Selargius illustrano il progetto vincitore

23/11/2017

“Occuparsi di edifici scolastici è un rammendo che, ancora prima che edilizio, è sociale.  La città che funziona è quella in cui si dorme, si lavora, ci si diverte e soprattutto si va a scuola. Dico soprattutto perché mentre si può decidere di non visitare un museo, sui banchi di scuola ci devono passare tutti”.  Con queste parole Renzo Piano attribuisce alla scuola un ruolo fondamentale di vero e proprio "rammendo sociale" del tessuto urbano. 
Questi principi hanno ispirato anche il concorso di idee #ScuoleInnovative indetto dal Miur e previsto dalla Legge Buona Scuola grazie ad un finanziamento Inail di 350 milioni di euro. Il bando, aperto a ingegneri, architetti, singoli o associati, italiani o stranieri, ha chiesto di immaginare istituti dotati di spazi didattici innovativi, ad alta prestazione energetica, con aree verdi fruibili. E’ stato chiesto di immaginare una scuola moderna, sicura, all’avanguardia, che coniughi spazi per una didattica innovativa a luoghi aperti al territorio. Tutti i 1.238 progetti esaminati ed in particolare i 50 proclamati vincitori rispondevano ai criteri di innovazione espressamente richiesti dal bando, per favorire una nuova idea di edilizia scolastica, che si può definire “architettura per la formazione”, secondo Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la riqualificazione dell'edilizia scolastica e membro della giuria del concorso.
Ieri, in occasione della Giornata Nazionale per la sicurezza delle scuole, alla presenza della Ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, è stata inaugurata la mostra dei progetti vincitori (clicca qui), oltre ai 30 menzionati, presso la Fondazione Exclusiva di Roma, in via Giovanni da Castel Bolognese, 81. La mostra è visitabile fino alle ore 16 di domani, venerdì 24 novembre.
Domani, 24 novembre,presso i locali della Fondazione, dalle 10 alle 11, il team vincitore per il nuovo Istituto Comprensivo che sorgerà a Casoria (NA), guidato dal capogruppo Riccardo Hopps, illustrerà il progetto che si è aggiudicato il primo premio. L'intervento - si legge sul vatalogo della mostra - prevede la realizzazione di una cittadella scolastica ad alto contenuto tecnologico per attività scolastiche ed extrascolastiche. Prevista la realizzazione di una biblioteca interattiva e di un auditorium aperto anche agli eventi della città. 
Seguirà, dalle 11 alle 12, la presentazione del progetto della nuova scuola disegnata per il Comune di Selargius, in provincia di Cagliari. Il team vincitore sarà guidato dal capogruppo Jonathan Lazar. In questo caso il progetto prevede la realizzazione di una scuola per l'infanzia che sarà arricchita da un giardino botanico a disposizione del territorio. L'edificio, infatti, sarà permeabile allo spazio verde che lo circonda.   
L'evento è gratuito e aperto agli addetti ai lavori ma anche agli studenti, ai docenti e a tutti coloro che vogliono ammirare la scuola del futuro, oggi idea in progetto ma presto tradotta solida realtà in cinquanta nuove, stupende scuole.