Domani a Roma, presentazione del Primo Rapporto su rischio alluvioni, frane, cavità del sottosuolo e acque sotterranee

05/04/2018

Qual è il livello di rischio idrogeologico della Capitale e quanti romani rischiano allagamenti, alluvioni, frane e crolli? Quali sono le fragilità e le problematiche del suolo e del sottosuolo? In che condizioni sono le acque sotterranee e superficiali e le vie d’acque tra fossi e canali indispensabili al deflusso? Quante voragini si aprono nella Capitale ogni anno? Quali aree sono soggette a rischio e quanti monumenti e testimonianze storiche possono essere danneggiati? Quali sono le difese di Roma da alluvioni, frane, subsidenze, cavità, crolli?
 
Le criticità strutturali di Roma saranno presentate nel Primo Rapporto Roma Capitale curato dall’Autorità di Distretto idrografico dell’Italia Centrale, il nuovo ente che ha accorpato anche l’ex Autorità del Tevere, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile nazionale, l’Ispra e la struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche #italiasicura.
 
“Per la prima volta -spiega Erasmo D’Angelis, Segretario Generale dell’Autorità di Distretto - Roma avrà l’esatta radiografia del suolo, del sottosuolo e delle acque, dei rischi naturali che nel tempo sono stati molto amplificati da una urbanizzazione a tratti senza limite né cautele e da una scarsa o assente manutenzione in aree molto fragili messe a rischio anche dall’estrema variabilità meteorologica e climatica. Sono temi molto sottovalutati e a lungo rimossi e rilevati da ingegneri idraulici, geologi, esperti di idrologia. Presenteremo anche un “pacchetto” di soluzioni con l’elenco delle opere e degli interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria con i loro costi. Roma ha bisogno della massima collaborazione di tutta la filiera istituzionale al di là delle appartenenze politiche, dal Governo alla Regione al Campidoglio ai Municipi, e della massima collaborazione dei cittadini e del ricco tessuto associativo della Capitale”. 
 
Il Rapporto sarà presentato venerdì 6 aprile dalle ore 10, nella Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi, in via S.Maria in via 67/b. Interverranno, oltre ad Erasmo D’Angelis, segretario generale dell’Autorità di distretto idrografico dell’Italia Centrale, Angelo Borrelli Capo del Dipartimento della Protezione civile, Stefano Laporta presidente dell'Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale,  Filippo Marini Comandante della Capitaneria di porto di Roma,  Mauro Grassi della Struttura di missione di Palazzo Chigi #italiasicura, Carlo Ferranti dirigente ufficio Piani e Progetti dell’Autorità di distretto idrografico dell’Italia Centrale, Stefania Nisio dell'Ispra, Francesco La Vigna, Responsabile dell’Ufficio geologia e idrologia del Comune di Roma Capitale e Giuseppe Argirò di ACEA.