Calcinaia: taglio del nastro per la nuova scuola elementare di Fornacette

Una scuola moderna, eco compatibile, dotata di spazi didattici innovativi, che risponde ai più moderni standard di sicurezza e accoglienza. E’ la nuova scuola primaria di Fornacette, inaugurata dal Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi. Presenti anche Laura Galimberti e Filippo Bonaccorsi, rispettivamente coordinatrice e dirigente della Struttura di Missione per l’Edilizia Scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’istituto, realizzato grazie al piano di investimenti per opere di elevata utilità sociale di INAIL con un finanziamento di cinque milioni di euro, rappresenta un importante traguardo per l’Amministrazione comunale e per la cittadinanza.

“La scuola è il passaporto per il futuro dell’intera comunità, dove bambini e bambine diventano i cittadini e le cittadine di domani”. È con queste parole che il Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi ha dato il benvenuto alla nuova Scuola Primaria di Fornacette. Un taglio del nastro molto atteso, salutato dall’intera comunità e da numerose autorità.

La nuova Scuola di Fornacette dispone di 20 aule, un’aula polivalente, una sala docenti, un refettorio, un ampio atrio e ben 6 laboratori. L’edificio è stato costruito con materiali e tecniche all’avanguardia. Basti pensare, ad esempio, all’utilizzo del legno come materiale principe nella realizzazione delle strutture portanti. Una scelta che consentirà isolamento termico e acustico, ma anche un’ottima resistenza al fuoco. Il risparmio energetico sarà invece assicurato dall’impianto fotovoltaico che non solo contribuirà al fabbisogno energetico della scuola, ma, addirittura, potrebbe produrre energia da riutilizzare per altri scopi. La centralità di aspetti come comfort, rispetto dell’ambiente e risparmio energetico sono stati riconosciuti sul piano nazionale. L’eccellente livello che la nuova Scuola Primaria di Fornacette ha raggiunto in tutti questi ambiti è infatti stato comprovato da ben due certificazioni: quella assegnata dall’Agenzia Fiorentina per l’Energia e quella riconosciuta dal protocollo “Casa Clima School”, attribuita per la prima volta a un edificio scolastico in Italia. Anche la sicurezza rappresenta uno dei fiori all’occhiello del nuovo istituto, che si attesta come una scuola altamente antisismica. Sono molti e significativi i benefici che la nuova scuola apporterà alla collettività. Tra questi il superamento dell’attuale dislocazione in tre differenti sedi della scuola primaria, per approdare così a un unico ampio istituto scolastico, in grado di accogliere tutti i piccoli studenti. 

“Questa Scuola – spiega l’assessore all’istruzione Maria Ceccarelli -, in grado di ospitare fino a 500 alunni, risponde in maniera lungimirante non solo alle attuali, ma anche alle eventuali future e crescenti esigenze della popolazione scolastica locale. Il tutto mettendo al primo posto il benessere di bambini e bambine. Abbiamo infatti optato per aule spaziose, adatte anche alle metodologie didattiche più innovative, per sistemi di illuminazione e climatizzazione all’avanguardia, in grado di garantire un’eccellente qualità di vita, insomma per una scuola confortevole, in cui stare bene”. 

“Sono emozionata: oggi inauguriamo la prima delle scuole che nasceranno grazie al piano INAIL per opere di elevata utilità sociale. La collaborazione tra L’Istituto - che ha dimostrato una particolare sensibilità sul tema delle scuole - e il Comune di Calcinaia è l’esempio di un’Italia virtuosa, della sinergia tra Istituzioni che, come Governo e Struttura di Missione, promuoviamo con convinzione, per investire nella scuola, per il futuro del Paese”. Così Laura Galimberti, coordinatrice della cabina di regia di Palazzo Chigi per l’edilizia scolastica, a margine dell’inaugurazione. 

La nuova scuola di Calcinaia è stata anche protagonista della rubrica "Il Cantiere del Giorno" (clicca qui) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in cui ogni giorno viene pubblicato un intervento di edilizia scolastica concluso o in corso, con foto e descrizioni fornite dagli Enti locali. 

Clicca qui per vedere l'intervista video a Laura Galimberti.

Clicca qui per vedere l'intervista a Filippo Bonaccorsi, dirigente della struttura di missione per l'edilizia scolastica. 

Clicca qui e vedi il servizio video sulla nuova scuola.